carbonara cabvolfiore

Carbonara al cavolfiore

I primi mesi freddi rappresentano il momento ideale per la raccolta di un ortaggio che accompagnerà tutto l’inverno: il cavolfiore. Ortaggio caratteristico, sia per la sua forma a fiore (la parte che consumiamo è proprio l’infiorescenza) sia per la varietà di colore (bianco, verde, viola, arancione). Il suo sapore è molto delicato, nonostante il profumo sia invece decisamente intenso e persistente in fase di cottura. E’ una verdura che si adatta ad ogni pietanza ed accostamento proprio grazie al suo gusto neutro e può essere cucinato in ogni modo, bollito, fritto o al forno. E’ buonissimo anche crudo, magari aggiunto ad un’insalata di spinacini o di funghi crudi, o come contorno per una bresaola o del carpaccio condito con olio, sale e aceto balsamico.

Le ricette classiche lo vedono protagonista in sformati gratinati al forno o in calde vellutate insieme ad altre verdure. E’ anche una valida alternativa alla purea di patate grazie alla sua consistenza corposa e compatta. Io ho l’ho voluto inserire in una primo piatto a metà tra la carbonara e la pasta ai formaggi. Ecco come:

INGREDIENTI: (per 4 persone)

  • 350 gr di penne rigate
  • 100 gr di pancetta affumicata
  • 1 cavolfiore bianco
  • 1 confezione panna da cucina
  • 30 gr di gorgonzola
  • 30 gr di brie
  • 30 gr di provolone piccante o affumicato
  • 30 gr di Emmental
  • Formaggio grattugiato q.b.
  • Pepe nero

Ho tagliato i formaggi a cubetti (puoi aggiungere i tipi di formaggio che preferisci) e li ho fatti sciogliere a bagno maria insieme alla panna. Ho lavato e pulito il cavolfiore e l’ho fatto bollire in acqua salata per una quarto d’ora circa. Devono essere ancora compatti perché ultimeranno la cottura con la pasta. Nel frattempo ho fatto rosolare la pancetta affumicata in una padella antiaderente senza olio e senza burro. Deve risultare croccante e il modo migliore è farla cuocere senza aggiunta di olio e a fuoco vivo. Una volta lessati il giusto, ho tagliato a pezzetti non troppo piccoli il cavolfiore e l’ho aggiunto alla pancetta per farlo insaporire, equilibrando con sale e pepe. Una volta cotta la pasta al dente, ho aggiunto la salsa ai formaggi, ho mantecato con il formaggio grattugiato e ho saltato il tutto nella padella con pancetta e cavolfiore.

Il gusto morbido dell’ortaggio si è accoppiato perfettamente con la croccantezza della pancetta e il profumo della salsa ai formaggi. Se vuoi rendere questo piatto più leggero puoi sostituire la salsa ai formaggi con quella della carbonara (uova, formaggio, pepe). Otterrai un piatto originale dal gusto davvero interessante!

0 comments on “Carbonara al cavolfioreAdd yours →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *