greixonera ibizenca

Greixonera Ibizenca

Si dice che per conoscere ed apprezzare un paese straniero si debba passare per tre tappe: le strade, la gente e la tavola. La cultura e la tradizione dei popoli viaggiano attraverso il tempo grazie alle voci dei vecchi e agli usi che oltrepassano il conto degli anni, arrivando in eredità alle generazioni future. E’ un bagaglio di valore inestimabile che crea il fondamento del nuovo su basi forti e solide e che permette di amare la propria terra con un occhio al passato e uno al futuro.

La ricetta del dolce che sto per proporti fa parte di una tradizione antica di decenni, rappresenta la perfetta armonia di sapori lontani e semplici che ancora oggi caratterizzano un’isola spagnola conosciuta nel mondo per il suo lato ludico portato all’eccesso, ma che custodisce nel suo cuore un forte legame con la tradizione di un popolo che mantiene vivo l’attaccamento alle sue coste. E’ il dessert della cucina ‘povera’ perchè fatto con ingredienti semplici e di recupero:

  • 1 lt di latte
  • 6 ensaimadas o croissant
  •  2 cucchiaini di cannella
  •  1 stecca di vaniglia
  • 5 uova
  • 100 gr zucchero di canna
  • 200 gr zucchero bianco
  • 1 scorza di limone
  • 1 scorza di arancia

Metti a bollire il latte con la cannella, la vaniglia e la scorza degli agrumi. In una ciotola sbatti le uova con i due tipi di zucchero per ottenere una crema omogenea. Una volta portato a bollore il latte e lasciato riposare per qualche minuto, inserisci le ensaimadas (o i croissant) spezzettati in modo che assorbano il liquido caldo. Inserisci le uova sbattute con lo zucchero e poni il tutto in una pirofila da pancake o in una forma per budini. Una volta raffreddato, poni in frigorifero per almeno tre ore.

Puoi presentare il dessert con del caramello o con della panna montata. La sua consistenza sarà compatta e morbida e gli aromi rilasceranno il loro profumo ad ogni boccone.

0 comments on “Greixonera IbizencaAdd yours →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *